Breaking News
Home / Diete / Dieta dimagrante
come dimagrire dieta lampo

Dieta dimagrante

Per molte persone è ormai diventata la norma ricorrere a diete dimagranti scelte sulla base di informazioni che provengono da giornali o altre fonti, nell’affannosa ricerca di un dimagrimento veloce e duraturo. Ma cosa dobbiamo veramente fare?

Dimagrire e perdere i chili in eccesso

Innanzitutto sentire il parere di un medico specializzato (dietista o nutrizionista), che sia in grado di consigliare la persona sulla base di una serie di analisi ed esami approfonditi.
Non dobbiamo però credere che esistano dei segreti in grado di far dimagrire velocemente una persona; Il processo di dimagrimento attraverso una dieta dimagrante deve poter essere attivato lentamente, riducendo progressivamente la quantità di calorie ingerite e mantenendo il giusto apporto di nutrienti. Le diete dimagranti drastiche incidono soprattutto sulla massa magra (muscoli) e sui liquidi presenti nell’organismo, senza però ridurre il grasso corporeo; ciò può provocare disidratazione e senso di stanchezza, oltre che una riduzione della massa muscolare.

Quanto mangiare per dimagrire

Mangiare poco e spesso, almeno 5 pasti al giorno (colazione, spuntino a metà mattinata, pranzo, spuntino del pomeriggio e cena), contribuisce a mantenere basso il livello di insulina nel sangue, limitando la sensazione di fame e i picchi insulinemici.
In una dieta dimagrante dobbiamo evitare di assumere alimenti troppo salati, come per esempio i salumi, i formaggi grassi, i fritti e lo scatolame.
Per ridurre il peso corporeo dobbiamo altresì introdurre meno calorie ed aumentare l’attività fisica. La sola riduzione dell’apporto calorico non è infatti in grado di ridurre in modo permanente il peso. Le diete ipocaloriche non associate ad esercizio fisico, provocano la perdita di acqua e massa magra, causando una riduzione dei livelli sierici di HDL e del metabolismo basale.

La vita sedentaria

La riduzione della sedentarietà e il potenziamento dell’attività fisica sono elementi integranti di una dieta dimagrante. Tutti i protocolli di trattamento devono prevedere attività fisica praticata con regolarità. L’esercizio fisico di per sé è potenzialmente in grado di indurre calo ponderale in quanto comporta un aumento del costo energetico sia durante la pratica dell’esercizio sia nel periodo immediatamente successivo. È quindi necessario affrontare tale aspetto con l’obiettivo principale di spingere il soggetto a ridurre le occasioni di sedentarietà e possibilmente a dedicare almeno 45 – 60 minuti al giorno, anche non continuativi, ad un’attività aerobica di media intensità che induca una maggiore utilizzazione dei grassi. L’esercizio più semplice ed economico (e certamente più efficace) è il cammino. Un’ora di cammino a velocità moderata (4 km/ora) in piano comporta un dispendio energetico quasi tre volte superiore a quello ottenibile passando lo stesso tempo guardando la tv. Altri esercizi di tipo aerobico, soprattutto la bicicletta e il nuoto, sono particolarmente consigliati, in special modo se la massa grassa è elevata.

Dieta dimagrante veloce

La riduzione dell’apporto calorico in una dieta dimagrante deve essere moderata: circa 500 Kcal al giorno. La dieta ipocalorica bilanciata si ispira alla dieta normocalorica bilanciata e quindi nella formulazione bisogna tenere conto che, nonostante la riduzione delle calorie, devono essere assicurati i fabbisogni di proteine, grassi e fibra alimentare.

Gli aspetti positivi presentati in una dieta ipocalorica bilanciata, sono rappresentati dal rinforzo psicologico positivo dato dal soddisfacente dimagrimento e dall’acquisizione di una corretta educazione alimentare.

Leggi anche

perdere 10 kg con dieta

Dieta dissociata

La dieta dissociata è stata inventata dal Dott. William Howard Hay nel 1911 e consiste …